25 Novembre. Insieme per eliminare la violenza contro le donne.

Il 25 Novembre, ricorre la Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne e Fisascat Cisl Abruzzo Molise rinnova il suo impegno a difesa di tutte le donne che subiscono abusi e violenze.

Un fenomeno in costante aumento, dentro le mura domestiche e nei luoghi di lavoro, che vede il diffondersi di tanti tipi di violenza, fisica, psicologica, ed economica, con maltrattamenti, mobbing, fino alla forma più estrema dei femminicidi.

 

Secondo l’Istat, nel primo trimestre 2022, oltre il 61,4% delle vittime dichiara che le violenze vengono subite da anni, dato in aumento sia rispetto al trimestre precedente (56,7%) sia al rispettivo trimestre del 2021 (53,7%), e già dall’inizio dell’anno sono state uccise 104 donne, di cui oltre la metà dal partner o dall’ex.

 

Occorre contrastare questo fenomeno a tutti i livelli, dalle scuole, nelle case e nei luoghi di lavoro e con l’impegno di tutte le istituzioni.

 

Particolare traguardo è stato raggiunto il 29 ottobre 2022 perché è entrata in vigore la Convenzione ILO, che offre un supporto importante alle vittime di violenza e molestie.

 

Il segretario nazionale di Fisascat, Davide Guarini, ha ribadito che «La contrattazione a tutti i livelli è uno strumento di applicazione concreta della convenzione internazionale e di emancipazione dei diritti delle donne e degli uomini».

 

La Convenzione ILO 190 approvata il 21 giugno 2019 a Ginevra da ben 187 Paesi e ratificata il 29 ottobre 2021, ed entrata in vigore in Italia da pochi giorni, riconosce “il diritto di tutti ad un mondo del lavoro libero dalla violenza e dalle molestie, ivi compresi la violenza e le molestie di genere” e si propone di fissare elevati standard comuni allo scopo di affermare “una cultura del lavoro basata sul rispetto reciproco e sulla dignità dell’essere umano”. Obiettivi perseguiti attraverso una politica di “tolleranza zero” nei confronti della violenza e delle molestie, rivolta tanto alla prevenzione quanto al contrasto delle condotte moleste nei luoghi di lavoro.